Rotary Club Pomezia Lavinium

Rotary International D2080

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Notizie Relazione Di Loreto

Incontro-dibattito promosso dal Rotary Club Pomezia Lavinium sul tema

LA SISMICITÀ DEL TERRITORIO

relatore Dott. Geologo Eugenio Di Loreto

Pomezia, 24 febbraio 2017

tn foto serataLa sera del 24 febbraio u.s., si è svolto presso l’Hotel Enea di Pomezia, un incontro dibattito su un tema di rilevante attualità: la “Sismicità del territorio”.

Il Presidente del Rotary Club Pomezia Lavinium, Franco Ceccarelli, ha presentato ai molti convenuti il relatore, Dott. Geologo Eugenio Di Loreto, Segretario della Società Italiana di Geologia Ambientale SIGEA, Lazio.

 

Il Dott. Di Loreto, già Presidente dell’Ordine dei Geologi del Lazio e Segretario del Centro Studi Fondazione del Consiglio Nazionale dei Geologi, vanta una esperienza pluriennale nello studio e ricerca sui rischi geologici. È autore di importanti pubblicazioni scientifiche ed è stato relatore in numerosi congressi e convegni nazionali ed internazionali.

Il relatore ha voluto, innanzitutto, sottolineare l’importanza di una chiara ed efficace comunicazione su un tema di rilevanza sociale come quello della prevenzione del rischio sismico. La comunità dei cittadini, nella maggior parte dei casi, non è a conoscenza del grado di pericolosità del territorio in cui vive e non comprende che gli eventi come le frane, le alluvioni e i terremoti sono fenomeni naturali, con i quali si deve imparare a convivere. Mettersi al sicuro da queste minacce non è soltanto questione di fortuna.tn foto serata 2 Si possono ridurre gli effetti delle calamità naturali, quando se ne è consapevoli, attraverso la corretta informazione, ma soprattutto essendo preparati a fronteggiarli. Il messaggio che si intende trasmettere è “Non spaventarti, preparati”.

Il dott. Di Loreto, ha quindi mostrato come la maggior parte del territorio Italiano sia a rischio sismico, rammentando alcuni tra i più catastrofici sismi del secolo scorso, fino alla recente, drammatica sequenza che ha interessato, da agosto 2016, numerosi comuni dell’Italia centrale nei territori delle regioni Lazio, Umbria, Marche ed Abruzzo. Da questo excursus, il relatore ha evidenziato come in passato, nel 1639 e successivamente nel 1703, alcuni forti terremoti colpirono già le stesse zone, provocando circa 6.000 vittime, e la distruzione degli abitati di Amatrice, Accumoli e Norcia e di altri comuni.

L’analisi della sismicità storica è quindi importante in quanto consente di individuare i diversi gradi di pericolosità sismica e classificare i territori in cui viviamo, in una apposita Carta di Rischio Sismico.

Il relatore ha voluto, poi, chiarire come le attuali conoscenze scientifiche non permettano di prevedere quando un terremoto avverrà e con quale intensità. Pertanto, è necessario adottare una seria politica di prevenzione del rischio ed eseguire interventi di consolidamento o di rafforzamento locale sia negli edifici strategici pubblici, sia nelle vecchie costruzioni private.

Accanto agli interventi strutturali, per i quali sono necessari rilevanti investimenti finanziari, è necessario attuare anche interventi formativi, attraverso una capillare opera di informazione rivolta alla popolazione e, in particolare, agli studenti sui comportamenti da tenere prima, durante e dopo una scossa sismica, in modo da essere adeguatamente preparati.

È seguito un ampio dibattito durante il quale il dott. Di Loreto ha fornito preziosi approfondimenti, con un linguaggio semplice e nello stesso tempo rigoroso.

A conclusione della serata conviviale, il presidente Ceccarelli ha ringraziato il relatore cui ha consegnato una medaglia ricordo dell’evento e ha ribadito il valore di tali iniziative che il Rotary Club Pomezia Lavinium persegue da tempo, in favore di una migliore informazione e promozione della cultura sul nostro territorio.